Stetoscopio o fonendoscopio. Quali sono le differenze?

stetoscopio o fonendoscopio differenze

Meglio utilizzare uno stetoscopio o un fonendoscopio? Spesso questi due termini vengono utilizzati come sinonimi. Eppure, le cose non stanno esattamente così.

Intendiamoci: stetoscopio e fonendoscopio rappresentano sicuramente dispositivi medici  simili. Sono tra i più utilizzati in assoluto dai medici (non è un caso che, nell’immaginario collettivo, il medico ne porta sempre uno al collo, sopra il proprio camice) ed entrambi sono utili per avere una valutazione dello stato generale di salute di un paziente con modalità simili, ovvero ascoltando – o meglio auscultando – i suoni prodotti all’interno dell’organismo.  

All’apparenza molto simili tra loro, tant’è che entrambi sono dotati di:

  • Padiglione, ovvero l’elemento a diretto contatto con la pelle del paziente. Il padiglione, a sua volta, può essere composto da:
  • Membrana o diaframma (stetoscopio)
  • Campana (fonendoscopio)
  • Base
    • La membrana, o diaframma, è la parte piatta del padiglione e permette di ascoltare i suoni a frequenza media e alta.
    • La campana è l’elemento che consente di captare i suoni a bassa frequenza. I dispositivi medici composti da una membrana e una campana sono chiamati a doppio padiglione
    • La base collega il padiglione al tubo.
  • Il tubo è l’elemento di gomma all’interno del quale si propagano le onde sonore e connette l’archetto al padiglione.
  • L’archetto è la parte metallica dello stetoscopio 
  • Aste auricolari
  • Olivette auricolari

Ecco perché nelle prossime righe vedremo quale è la differenza tra stetoscopio e fonendoscopio, e soprattutto quale usare a seconda delle loro caratteristiche di utilizzo.

Stetoscopio o Fonendoscopio:cosa cambia

Iniziamo subito con la differenza principale tra stetoscopio e fonendoscopio.

  • Lo stetoscopio viene utilizzato per auscultare il torace,
  • Il fonendoscopio viene usato per l’auscultazione dei visceri in generale.

Inoltre, molti dispositivi sono dotati sia di una membrana piatta utilizzata per auscultare i suoni cardiaci (alta frequenza) che di una campana per l’auscultazione dei suoni polmonari in bassa frequenza.

Mentre per l’auscultazione polmonare è sufficiente una lieve pressione della campana, nel caso si utilizzi il diaframma è necessaria una pressione più decisa sulla pelle del paziente affinché si possano auscultare in maniera chiara i suoni ad alta frequenza. Questo perché le alte frequenze sono più complesse da intercettare.

Gli Stetofonendoscopi

Talmente simili ma diversi che, negli ultimi anni, è stato introdotto un dispositivo che include le funzionalità dell’uno e dell’altro. Stiamo parlano dello stetofonendoscopio che grazie ad un doppio padiglione rotante e campane sostituibili che consente entrambi i tipi di auscultazione.

Stile e personalità in corsia

Detto che gli stetoscopi Littmann (Gruppo 3M) rappresentano un’eccellenza assoluta in termini di standard qualitativi, tra gli altri brand di questo settore che si distinguono per qualità e design c’è senz’altro MDF Instruments, marchio americano di dispositivi medici con sede nella splendida isola di Porto Rico.

Leggi il nostro approfondimento: stetoscopi: MDF vs. Littmann

MDF ha recentemente lanciato una linea di stetoscopi davvero originale con dispositivi a doppia testina per l’auscultazione sia delle frequenze alte che delle frequenze basse di diversi colori e stili per accontentare i gusti di tutti i medici e gli infermieri.