Ippocrateshop all’82° congresso nazionale di medicina del lavoro SIML di Trieste

Il team di Ippocrateshop al congresso del SIML di Trieste: Sono stati 3 giorni molto intensi e soddisfacenti nella cornice di uno splendido centro congressi sul mare di Trieste, alla stazione marittima. Un congresso con vista.

foto

In molti siete venuti a trovarci e a visitare il nostro stand dove abbiamo esposto i gadget, le offerte e soprattutto i nostri migliori prodotti. Siamo stati davvero contenti di incontrarvi e potervi raccontare di persona qualcosa in più della nostra azienda. Ci ha fatto poi piacere constatare che sono stati tanti i medici del lavoro che sono venuti a parlarci e che già ci conoscevano o avevano acquistato prodotti sul nostro sito. È stato molto interessante anche visitare gli stand degli altri sponsor scoprendo nuovi prodotti e nuove possibilità di sinergie e collaborazioni di cui presto vi parleremo.

I prodotti preferiti di questo congresso SIML a Trieste.

Intanto qui vogliamo raccontarvi quali sono stati i prodotti e i servizi che maggiormente hanno catturato l’attenzione dei partecipanti all’82° congresso di medicina del lavoro del SIML a Trieste.

Innanzitutto sono stati in tanti i medici competenti che si sono mostrati interessati al servizio di noleggio a lungo termine offerto da Ippocrateshop su numerosi dispositivi medicali. Il servizio di noleggio è davvero molto conveniente e vantaggioso. Il noleggio innanzitutto permette di distribuire nel tempo la spesa onerosa di alcune apparecchiature come il visiotest, o come i nostri pacchetti per la medicina del lavoro. Il pagamento verrà infatti distribuito a scelta sui 18, 24 e 36 mesi, con rate calcolate trimestralmente. Il secondo vantaggio del noleggio è la possibilità di detrarre tutte le fatture rendendo il servizio molto conveniente da un punto di vista fiscale. Infine il noleggio a lungo termine è una scelta semplice e affidabile: il servizio è offerto in collaborazione con la società BCC lease che opera nel settore da molto tempo ed è un partner sicuro ed efficiente. Vi basterà inviarci tutti i documenti necessari in modo che la banca possa controllarli e una volta firmato il contratto noi vi invieremo il prodotto e solo 3 mesi dopo comnicerete a pagare la prima rata. Infine, al termine del contratto potrete acquistare il vostro apparecchio con una mini rata finale pari all’1% del prezzo del dispositivo. Semplice e conveniente.

Per quanto riguarda i prodotti invece, sono stati gli audiometri a farla da padroni. Con noi avevamo il nostro fiore all’occhiello, l’otowin, audiometro usb portatile con via aera e via ossea, compatibile con Windows e OSX, caratteristica che ha colpito molti dei partecipanti. In tanti poi ci hanno chiesto una dimostrazione pratica del funzionamento dell’audiometro di fabbricazione francese e sono rimasti colpiti oltre che dalle dimensioni davvero ridotte anche dalla facilità di utilizzo del prodotto che è apparso a tutti davvero ben costruito e con un interfaccio completamente intuitivo.

audiometro portatile usb compatibile con OSX e windows Otowin

Ma c’è stato anche un altro audiometro che ha davvero spopolato fra i visitatori dello stand, si tratta dell’auditest, l’audiometro più piccolo in commercio. Un audiometro tonale, davvero semplicissimo da utilizzare e che grazie al suo prezzo competitivo di soli 556 euro è un dispositivo audiometrico imperdibile per i medici del lavoro che cercano uno strumento piccolo, leggero, non ingombrante e soprattutto conveniente.

audiometro-portatile-auditest-con-cuffie

Ecco quindi i prodotti che più sono stati apprezzati. Speriamo di poter replicare presto un nuovo congresso e poter conoscere dal vivo altri nostri clienti o potenziali clienti o anche semplicemente medici interessati a farsi una chiacchierata con noi. Vi lasciamo qua sotto alcune foto del nostro stand e del soggiorno a Trieste. A presto e grazie.

y   foto 2

5    4

grazie jpg

Ippocrate, padre della medicina moderna e non solo

<<Esistono soltanto due cose: scienza ed opinione; la prima genera conoscenza, la seconda ignoranza>> Ippocrate di Kos, 460 a.C. – 377 a.C.

Ippocrate è da tutti considerato il padre della medicina moderna, colui che per primo ha liberato la medicina dall’aura di stregoneria e magia che gli erano legate e ha iniziato la sua trasformazione in una scienza empirica, basata su fatti e osservazioni. Per questo motivo abbiamo scelto proprio lui come simbolo del nostro sito e del nostro blog.

Hippocrates

Informandoci e leggendo testi sulla sua vita e le sue opere siamo rimasti molto affascinati da questa figura non così tanto conosciuta che per certi versi e in certe sue affermazioni risulta più moderna dei moderni, un vero pioniere della medicina e precursore della scienza così come noi la conosciamo. Oggi in questo articolo vogliamo condividere con voi alcune di queste piacevoli scoperte che ci hanno sorpreso e affascinato e che oltre a farvi conoscere questo importante personaggio potranno raccontarvi anche qualcosa in più su di noi e su quella che consideriamo la missione di Ippocrateshop.

carte

Ippocrate nasce a Kos, isola greca vicina al confine turco, nel 460 a.c. circa, nella piccola Kefalos, capitale dell’isola. Ippocrate è di stirpe nobile, proveniente da una delle più importanti famiglie del territorio, gli Asclepiadi, i cui membri ritenevano di discendere direttamente da Asclepio, dio della medicina. Tutti i parenti e antenati di Ippocrate si sono dedicati all’arte medica, tramandando insegnamenti e riti e occupandosi del tempio della divinità dove i pellegrini si recavano a portare sacrifici e doni, fra cui delle statuette rappresentanti i loro organi malati per pregare Asclepio di guarirli. Ecco quindi che Ippocrate cresce fra scaffali ripieni di riproduzioni di organi e in una famiglia di medici dediti alla cura e alla guarigione. I parenti di Ippocrate però non si potevano certo considerare scienziati, essi infatti erano più che altro i sacerdoti del dio Asclepio e credevano che le malattie fossero inviate dagli dei dell’olimpo agli esseri umani e che per curarle bastasse pregare le varie divinità e offrire loro sacrifici. È vero che non mancavano però rimedi naturali, fasciature, bendaggi, tisane ed erbe medicinali. Queste tecniche però non erano considerate scientifiche, bensì erano ritenute delle vere e proprie arti magiche ed erano profondamente intrise di credenze soprannaturali e superstizioni.

Ippocrate viaggia molto, in Grecia e in Egitto, dove incontra altri medici, scopre nuove tecniche, legge e studia trattati medici e filosofici e si convince sempre di più che le malattie non sono fenomeni divini, ma episodi naturali spiegabili razionalmente e che una volta capiti realmente, potrebbero essere curati con più efficacia. Questa è l’intuizione che rivoluzionerà per sempre la storia della medicina occidentale.

Di ritorno dai suoi viaggi Ippocrate fondò a Kos un vero e proprio ambulatorio con annessa farmacia che divenne presto famoso in tutta la Grecia. Da lui si recavano i malati per essere guariti ma invece di offrire sacrifici agli dei, i pazienti pagavano Ippocrate con quello che riuscivano a permettersi: denaro ma anche animali, cibo, vino…questo ovviamente suscitò critiche, invidie e perplessità e Ippocrate pare sia stato costretto a lasciare la sua isola e diventare medico itinerante. La sua fama però si era ormai diffusa e i suoi servigi vennero richiesti da molti personaggi nobili e importanti che lo portarono a viaggiare per tutta la Grecia. Durante i suoi pellegrinaggi Ippocrate continuò a osservare, studiare, scrivere e insegnare, egli infatti aveva ormai molti discepoli. Alcuni dei suoi scritti sono per fortuna giunti fino a noi e ci mostrano le sue idee e le sue intuizioni nei più svariati campi, alcune di queste sono davvero rivoluzionarie e possono tuttora insegnarci molto.

Ippocrate e le fondamenta dell’ecologia

Ippocrate nelle sue attente osservazioni formulò una teoria secondo la quale l’ambiente influenza lo stato di salute degli uomini. In particolar modo dove esiste un ambiente equilibrato tra caldo e freddo, tra secco e umido e dove l’acqua e l’aria sono pulite, le persone sono più sane. Si tratta della prima osservazione del fatto che l’uomo è parte di un ecosistema che egli influenza e dal quale viene influenzato. Osservazione che per alcuni potrà sembrare banale ma che nel dodicesimo secolo avanti Cristo doveva essere stata davvero rivoluzionaria soprattutto se si pensa che ancora oggi non sembra essere entrata del tutto nella coscienza delle persone.

Prime nozioni sull’importanza dell’igiene nella cura delle malattie

Ippocrate divenne famoso anche grazie a un suo importantissimo intervento ad Atene nel 429 a.C.. Egli infatti riuscì a debellare la peste che attanagliava la città decimandone la popolazione. All’epoca si conosceva molto poco sulla peste e sulle sue cause e fu soltanto con l’avvento dei microscopi che si poté identificare il microbo causa del contagio e riuscire a fermare il morbo per sempre. Ippocrate però, senza le nozioni di biologia e chimica moderne ma solo grazie all’osservazione di sintomi e ambiente riuscì a capire qual era la strada giusta per eliminare la malattia. Ippocrate infatti osservò che la malattia proliferava nella sporcizia, mentre ad esempio i fabbri che lavorano a stretto contatto con il fuoco e in generale gli abitanti dei quartieri dove le acque e le strade erano più pulite, molto raramente si ammalavano. Ecco quindi che su consiglio di Ippocrate i corpi delle vittime ma anche gli oggetti personali dei malati vengono bruciati e che si comincia a raccomandare l’igiene personale, la pulizia delle case e delle strade e che la peste viene così vinta.

La medicina non è separata dall’etica: il giuramento

Tutti conoscono il giuramento di Ippocrate, formula di intenti che per molto tempo è stata pronunciata dai medici una volta abilitati alla professione. Il giuramento mostra come per Ippocrate la medicina non debba essere separata dall’etica e dalla filosofia, la medicina deve essere praticata con il solo scopo di migliorare la vita degli uomini, senza interessi personali e ricerca di profitti. Un concetto puro e ammirevole, anche questo molto moderno ma forse spesso dimenticato, un ideale che andrebbe sempre seguito e tenuto a mente. Al centro del pensiero e della cura di Ippocrate non c’è la malattia, trattata in modo asettico e impersonale, bensì l’uomo, nella sua integrità e totalità. Per effettuare una diagnosi accurata e per prescrivere una corretta cura Ippocrate osserva, studia e prende in considerazione tutti gli aspetti della vita del malato: cibo, attività fisica e mentale, ambiente e sintomi. Un approccio scientifico, empirico e ammirevole, il pensiero che ha portato l’umanità a evolversi, scoprire e migliorare sempre di più.

giuramento ippocrate

Ippocrate morì, si dice, nel 377 a.C. all’età di 83 anni, traguardo incredibile per il tempo. I suoi discepoli continuarono a seguire, tramandare e migliorare i suoi insegnamenti fino ad oggi. Si può infatti senza dubbio dire che Ippocrate abbia aperto la strada a tantissime scoperte e rivoluzioni scientifiche ma soprattutto egli ha insegnato un metodo, un modo di pensare a cui noi di Ippocrateshop ci sentiamo molto vicini. La cura del malato è una missione e una scienza; il raggiungimento del benessere si può ottenere solo osservando la realtà che ci circonda, avvalendosi di strumenti scientifici, potendo effettuare diagnosi accurate e affidabili e nel nostro piccolo, attraverso il nostro negozio online, con spedizioni in tutta Italia e grazie alla ricerca in tutto il mondo dei migliori e più avanzati apparecchi medicali noi speriamo di poter collaborare al meraviglioso lavoro della professione medica che serve a rendere migliore la vita delle persone. Chiudiamo questo articolo con le nostre parole preferite del grande medico e filosofo che vedete tutti i giorni raffigurato nel nostro logo e che speriamo ora apprezziate un po’ di più anche voi:

<<Se c’è amore per l’uomo, ci sarà anche amore per la scienza.>> Ippocrate di Kos, 460 a.C. – 377 a.C.